Tra le 143 “Bandiere Verdi dei Pediatri 2021” assegnate da un team di professionisti italiani e stranieri (in 14 anni hanno partecipato alla ricerca ben 2.753 pediatri) ci sono anche Bianco, Bova Marina, Bovalino, Locri, Roccella J., Palmi e Siderno per quanto riguarda i Comuni della provincia di Reggio Calabria, ma altre 11 sono le località calabresi insignite di questo prestigioso riconoscimento che portano a 18 il numero complessivo. Si tratta di una conferma  e di un primato che la regione, quest’anno,  condivide anche con la Sicilia. L’elenco dei Comuni virtuosi sotto l’aspetto pediatrico, correlato alla fruizione delle spiagge indicate “a misura di bambino” è stato svelato il 31 maggio scorso ad Alba Adriatica (TE), luogo dove si svolgerà il prossimo 10 luglio anche la cerimonia di consegna dei prestigiosi vessilli (ricordiamo che la cittadina adriatica ha già ospitato l’anno scorso la manifestazione).

Questi i requisiti che dovevano avere le spiagge a misura di bambino indicate nella fase di selezione dal Presidente dei Pediatri Italiani, il Prof. Farnetani:  Devono essere spiagge con spazi fra gli ombrelloni e acqua che non diventi subito alta, presenza di attività ludiche, servizi dedicati ai bambini e alle famiglie, presenza di locali di relax, svago e divertimento per i genitori. La chiave di lettura è che è in vacanza l’intera famiglia. Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione i riferimenti sono le strutture istituzionali e pubbliche. Per l’Italia le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli”.

Ovviamente felice della riconferma il Sindaco di Bovalino (Rc), Vincenzo Maesano che abbiamo raggiunto telefonicamente. Queste le sue prime parole: “Bovalino si conferma ancora una volta spiaggia a misura di bambino. L’assegnazione della bandiera verde assume quest’anno anche una connotazione ancora più importante di prima considerato che siamo riusciti ad ottenere un contributo di 50.000,00 euro per progettare la messa in sicurezza e la riqualificazione ancora più approfondita dell’area dedicata a questo scopo. Ricordo che l’area dedicata è quella che si trova nella pineta vicino alla fiumare di Pintammati. Su ciò abbiamo delle idee specifiche che mirano soprattutto a migliorare e rendere ancora più fruibile l’intera zona; l’obiettivo è quello di farla diventare non solo un polo di attrazione turistico-ambientale ma anche e soprattutto un luogo ideale per i bambini. Ciò, a conferma che la programmazione fatta dall’attuale amministrazione sin dal suo insediamento ha ottenuto, e continua ad ottenere, risultati più che positivi e di questo siamo contenti e fieri”

(foto d’archivio)

Pasquale Rosaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre × 7 =