Il San Luca ferma la capolista Acr Messina (1-1), e continua la corsa verso i play off

 L’incontro che si è disputato oggi al “Corrado Alvaro” di San Luca, tra la capolista Acr Messina (61 punti) ed i giallorossi di mister Francesco Cozza (49 punti e quarto posto solitario), era il big match della giornata, una partita condita da tanti ingredienti primo fra tutti la voglia dei padroni di casa di riscattare la brutta sconfitta dell’andata che, tra l’altro, aveva anche lasciato degli strascichi a seguito di alcuni episodi e dichiarazioni contestati nel dopo partita da Mister Cozza.

Per fortuna, oggi, abbiamo invece assistito ad una bella giornata di sport, complice la giornata quasi estiva, con due squadre che si sono affrontate a viso aperto e che non hanno lasciato nulla d’intentato per portare a casa l’intera posta. La partita ha avuto due volti, ad un primo tempo completamente in mano ai padroni di casa che hanno condotto le danze costringendo gli ospiti a rimanere rintanati nella loro metà campo, è seguita una ripresa con gli ospiti siciliani saliti in cattedra grazie ad una maggiore pressione esercitata dal reparto centrale che ha costruito gioco mettendo in difficoltà, in più di un’occasione, il San Luca.

Il vantaggio per gli uomini di mister Cozza arriva al 19’ con un bel gol di Greco che su azione di calcio d’angolo battuto da Leveque svetta in area deviando in rete la palla che supera l’immobile Caruso. Passano appena un paio di minuti ed i locali potrebbero raddoppiare con Leveque che vede il suo forte tiro stamparsi sul palo e, sul ritorno verso il centro area della palla, è Bruzzaniti a non saper approfittare della ghiotta occasione mandando la palla fuori di poco alla destra di Caruso. Nella prima frazione si è visto, quindi, tanto San Luca, squadra ben preparata e che sta attraversando un ottimo momento di forma e di risultati (quello di oggi è il sesto risultato utile consecutivo).

Ma come spesso è accaduto quest’anno, nella ripresa, i ragazzi di mister Cozza allentano un po la presa e lasciano il pallino del gioco agli ospiti che conducono le danze fino ad arrivare, purtroppo,  al pareggio (meritato) ottenuto al 27’ con Bollino che batte Scuffia con una punizione dalla distanza che sorprende Scuffia alla sua destra, poco prima, sempre per il Messina,  era stato Lomasto a colpire di testa il legno della porta. Sul finale di partita si rivede il San Luca che si rende pericoloso in un paio di occasioni, soprattutto con Pezzati. Dopo 5’ minuti di recupero concessi dall’arbitro, Signor Luongo di Napoli, l’incontro si conclude con la divisione della posta e la consapevolezza, grazie ai risultati arrivati dagli altri campi, che gli obiettivi di entrambe le formazioni sono ancora intatti, ma con una giornata in meno.

In conferenza stampa mister Cozza è apparso sereno e soddisfatto della prova dei suoi e, tutto sommato, anche del buon pareggio conquistato contro un ottimo Messina che non scopriamo certamente oggi. “La forza della capolista -ha detto Cozza- è anche dovuta al fatto di poter disporre di un’ampia rosa che consente più soluzioni nei momenti topici dell’incontro. Questo pareggio interno, consente comunque al San Luca di continuare ad occupare con merito una delle principali piazze nella zona play off, la quarta ed in solitaria, condizione che per una matricola non è certamente da sottovalutare….anzi! Unico neo della giornata, ma ci può stare, è la mancata concessione di almeno uno dei due rigori reclamati e che a mio parere c’erano entrambi. Per quanto riguarda la lotta al vertice, credo che il Messina è quasi certo della promozione in quanto nelle rimanenti partite non dovrebbe avere particolari problemi a superare gli avversari, pertanto, con il punto di oggi conquistato qui a San Luca, punto che ha lasciato invariate le distanze dagli inseguitori, la strada è ancor più in discesa”

SAN LUCA-ACR MESSINA 1-1
Marcatori: 19’pt Greco (S); 27’st Bollino (M).
San Luca (4-3-3): Scuffia (7); Fiumara (7), Pezzati (7), Greco (7), Murdaca (6,5); Carbone (6,5), Spinaci 7 (46’st Carella s.v.), Pelle 6,5 (30’st Marchionna s.v.); Bruzzaniti 6 (45’pt Lorefice), Romeo 6,5 (32’st Nagore s.v.), Leveque 7. In panchina: Callejo, Pitto, Mammoliti, Nallo, Arcuri. All. Francesco Cozza.
ACR Messina (4-3-3): Caruso 6; Mazzone 6, Lomasto 6,5, Boskovic 6, Izzo 5,5 (1’st Giofrè 6); Lavrendi 5,5, Aliperta 6 (40’st Vacca sv), Cristiani 6 (13’st Cunzi 5,5); Bollino 7, Foggia 5,5, Cretella 6 (37’st Crisci sv). In panchina: Lai, Cascione, Bellopede, Manfrellotti, Oggiano. All. Raffaele Novelli 6.
Arbitro: Rosario Luongo di Napoli 6.
Note: Espulso al 43’st Lavrendi (M) per gioco non regolamentare. Ammoniti: Fiumara, Pezzati, Lorefice, Marchionna (S); Aliperta, Lomasto (M). Angoli: 4-3. Recupero: 3’pt; 5’st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre + = 12