I lavoratori della ditta “Locride Ambiente” si sono dati appuntamento per stamani, alle ore 10, in Piazza Camilo Costanzo a Bovalino (Rc), per manifestare i loro diritti relativi alle spettanze non ancora ricevute da diversi mesi. La società che si occupa della raccolta e lo smistamento dei rifiuti che vengono raccolti in diverse località della fascia jonica reggina, tra cui appunto Bovalino, è ancora una volta sotto i riflettori per lo stato di agitazione ancora una volta messo in atto dai propri dipendenti. Gli operatori del settore, visibilmente provati e preoccupati insieme alle loro famiglie dalle tante difficoltà affrontate in questi ultimi tempi, hanno incrociato le braccia a causa dei ritardi nell’erogazione degli stipendi che sono ancora fermi ad oltre 6/7 mesi addietro. A manifestare con gli operai impiegati nell’area territoriale di Bovalino c’erano anche i colleghi impiegati in altri Comuni ed il responsabile sindacale che cura i loro interessi, il Signor Nazareno Piperno dello SLAI-COBAS.

Molto disponibile al confronto si è dimostrato il Sindaco di Bovalino, Avv. Vincenzo Maesano, che ha ricevuto nel proprio ufficio una rappresentanza dei lavoratori ed il responsabile sindacale al fine di discutere e giungere al più presto ad una strategia comune che consenta di risolvere, o quanto meno attenuare, in tempi possibilmente brevi, la difficile vertenza economica con la Società “Locride Ambiente”.

“Ci sono diversi lavoratori che con le proprie famiglie non riescono più ad avere una tranquillità economica -ha detto Piperno-  lavoratori che alla fine di ogni mese sono coloro che ne pagano sempre e comunque le spese. Siamo molto preoccupati e per questo abbiamo fatto appello anche all’intervento del Sindaco di Bovalino affinchè si possa trovare una soluzione fattibile che ci consenta di giungere ad una definitiva soluzione del problema. Dopo aver ascoltato le sue parole siamo fiduciosi sul buon esito della trattativa”

Terminato l’incontro ristretto, il Sindaco di Bovalino, Vincenzo Maesano, ha incontrato in piazza i manifestanti al quale ha dato assicurazione che si farà di tutto per risolvere la questione: “Al di la dei problemi economici dell’Ente che stiamo affrontando già da diversi anni con grande sacrificio -ha detto il Sindaco di Bovalino,  Avv. Vincenzo Maesano-  sappiamo che le vostre esigenze economiche sono fondamentali non solo per voi, ma soprattutto per le vostre famiglie. Il vostro è un diritto sacrosanto che non può, in alcun modo, essere leso o trascurato. Proprio per questo, insieme al responsabile economico dell’Ente abbiamo cercato di capire come sia possibile venire incontro alle vostre peculiari e legittime esigenze. Ciò, tenendo conto anche di alcune difficoltà legate alla mancanza delle note di credito che non sono ancora pervenute dalla Ditta in quanto avevamo fatto delle opportune e necessarie contestazioni, mentre per le altre si può far fronte grazie all’art. 30 che prevede, in buona sostanza, che l’Ente possa soddisfare gli impegni economici non onorati dalla ditta, defalcando l’importo dovuto dal totale a loro credito. A tal proposito, mi sento di dire che a fine settimana verrà sicuramente pagata una fattura e ad inizio dell’altra settimana l’Ente ha la capacità di pagarne un’altra, l’obiettivo è quello di alleviare così le sofferenze economiche che state affrontando in questo particolare e delicato momento. Come Amministrazione Comunale siamo consapevoli che le vostre esigenze economiche, familiari e sociali vengono prima di ogni altra cosa e per questo ci tengo a ribadire che la concretezza nei fatti è stata, e sarà sempre, una nostra prerogativa perché nei conti in banca non vanno le parole ma i soldi e ciò non vale solo per noi ma per chiunque svolga una mansione lavorativa. Giusto ieri sera ho parlato con un esponente qualificato della ditta “Locride Ambiente” al quale ho  rappresentato che voi siete lavoratori alle loro dirette dipendenze e che quindi da loro dovete essere remunerati per l’opera prestata, pertanto è inutile fare a scarica barile sulle amministrazioni comunali perché sono loro, e soltanto loro a dover far fronte agli impegni assunti;  noi, per quello che ci consente la legge, verremo senza ombra di dubbio incontro alle vostre esigenze ed a quelle delle vostre famiglie”

Pasquale Rosaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 × = nove